Le collezioni del Museo
La maggior parte dei materiali proviene da aziende dismesse e da singole donazioni, grazie anche al lavoro di sensibilizzazione sull’importanza di non disperdere le testimonianze storiche del passato.

Che cosa si può dunque trovare al Museo?
Il patrimonio del Museo è solo parzialmente esposto e conta oggi migliaia di pezzi storici così articolati:

  • Beni e strumenti di interesse per la storia della tecnica e del macchinario tessile/serico
  • Archivi di disegni, messe in carta, carte prova, cartelle colori, campionari, referenze di    stampa (foto 1,2,3,4)
  • Collezioni o serie di oggetti (accessori per l’abbigliamento)
  • Manufatti tessili, confezioni seriche d’uso civile e religioso, abiti del ‘900, pizzi e ricami (foto 5)
  • Raccolte librarie e documentarie
  • Manoscritti (quaderni di tessitura) (foto 6)
  • Carteggi aziendali e privati
  • Stampe e incisioni (foto 7)
  • Fotografie (foto 8)
  • Pellicole cinematografiche

Le collezioni si vanno continuamente arricchendo grazie alle molte donazioni

Consultazione del patrimonio non esposto
Il giacimento di informazioni viene messo a disposizione, su appuntamento, a studenti e ricercatori per tesi di laurea, articoli specialistici e studi.


Click per ingrandire Click per ingrandire Click per ingrandire Click per ingrandire Click per ingrandire Click per ingrandire Click per ingrandire Click per ingrandire
1 2 3 4 5 6 7 8


FOTO N. 1 - Disegno tecnico del “telaio per seta tipo SB” della ditta Omita di Como-Albate.
Anno: 1947. In comodato da: Giorgio Giamminola.

FOTO N. 2 - Messa in carta con campione di tessuto, realizzata dalla ditta Stromilli di Como.
Provenienza: Ditta Rosasco, Como.

FOTO N. 3 - Cartella colori della ditta Tessiture Seriche Bernasconi di Cernobbio.
Provenienza: Tintoria Pessina, Como. Donazione: Eredi Pessina, Como.

FOTO N. 4 - Referenziario della ditta La Serica. Anno: 1932.

FOTO N. 5 - Tessuto operato moderno a 22 colori ispirato a un disegno Fasmi Biedermeier della prima metà del XIX secolo. Provenienza: Seterie Bianchi, Capiago Intimiano (CO).

FOTO N. 6 - Uno dei quaderni di tessitura di Gioacchino Lissoni, compilato alla Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri di Milano. Anno: 1856-1858. Donazione: Vittorio Zambarbieri.

FOTO N. 7 - Pubblicità della Tintoria Comense. Anno: 1927. Da “Le seterie d’Italia”.

FOTO N. 8 - Veduta generale dello stabilimento Casnati in Fenegrò. Anno: 1910 ca.

FAQ
Mappa del sito
Termini di utilizzo
© Museo didattico della Seta - Como
Via Castelnuovo, 9 - 22100 Como - Italia
Tel./Fax +39 (0)31 303 180 - E-mail: info@museosetacomo.com - Partita Iva: 02055120139